Sei in : Home -> Uffici e Servizi -> Area Finanziaria -> Servizi sociali
SERVIZI SOCIALI
Aggiornato in data 08/10/2012

DESCRIZIONE Il Comune di Pietracamela eroga i servizi sociali sia in forma diretta che in forma associata con gli altri nove comuni appartenenti all'ambito comunitario (n. 6) del Gran Sasso: Castel Castagna, Castelli, Colledara, Crognaleto, Fano Adriano, Isola del Gran Sasso, Montorio al Vomano e Tossicia. L'Ente gestore dei servizi sociali in forma associata è la Comunità Montana del Gran Sasso Zona "O" di Tossicia e nello specifico prevede per le persone residenti nei nove comuni i seguenti servizi:
  • Segretariato Sociale;
  • Assistenza materiale ai portatori di handicap;
  • Assistenza domiciliare ai portatori di handicap;
  • Assistenza domiciliare agli anziani;
  • Servizio di babysitteraggio;
  • Servizio di sostegno psico – sociale integrato per minori;
  • Promozione vita relazionale anziani;
  • Promozione dell'Affido familiare.
I servizi sociali gestiti direttamente dal comune sono:
  • Soggiorno anziani, si svolge solitamente durante il mese di giugno ed è rivolto agli ultra sessantenni residenti, nativi o con dimora abituale presso il Comune. Le località prescelte sono quelle di mare. Le spese sono quasi completamente a carico del Comune, i partecipanti contribuiscono con delle quote minime. Il soggiorno prevede sistemazione in albergo con pensione completa, servizio spiaggia e trasporto dal Comune sino alla località di destinazione.
  • Giornata di socializzazione per gli anziani, si svolge solitamente durante le festività natalizie ed è rivolta agli ultra sessantenni del Comune.
  • Giornata di socializzazione per i minori, si svolge solitamente durante le festività natalizie al fine di realizzare un'attività ricreativa per i minori di Pietracamela.
Il comune interviene anche nell'erogazione di servizi sociali per conto dell'INPS:
  • Assegno per il nucleo familiare, la domanda di concessione dell'assegno deve essere presentata dai nuclei familiari con almeno tre figli minori. Il diritto all'assegno per il nucleo familiare decorre dal 1 gennaio dell'anno in cui si verificano le condizioni prescritte dall'articolo 65 della legge n. 448/1998, salvo che il requisito relativo alla composizione del nucleo familiare, concernente la presenza di almeno tre figli minori nella famigli anagrafica del richiedente, si sia verificato successivamente; in tale ultimo caso decorre dal primo giorno del mesi in cui requisito si verificato; il diritto cessa dal primo giorno del mese successivo a quello in cui viene a mancare il requisito relativo alla composizione del nucleo familiare, ovvero dal 1 gennaio dell'anno nel quale viene a mancare, ai sensi del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109, e successive modificazioni, e dei relativi decreti attuativi, il requisito del valore dell'indicatore della situazione economica.
  • Assegno di maternità, la domanda di concessione dell'assegno di maternità deve essere presentato dai soggetti aventi diritto, nel termine perentorio di sei mesi dalla data di nascita del figlio o dalla data di ingresso nella famiglia, in caso di affidamento preadottivo o di adozione. Ai sensi dell'art. 74 del D.Lgs. 26 marzo 2001, n. 151, hanno diritto all'assegno le donne residenti, cittadine italiane o comunitarie o in possesso di carta di soggiorno di cui all'art. 9 del D.Lgs. 25 luglio 1998, n. 286, e successive modificazioni, che non beneficiano dell'indennità di cui agli artt. 22, 26 e 70 del sopraccitato D.Lgs. n. 151/2001. In mancanza della donna, hanno diritto, all'assegno, i soggetti di cui all'art. 11, comma 1, lettere a), b), e c) del D.M. n. 452/2000.
Le domande per gli assegni per il nucleo familiare e per la maternità vengono presentate al Comune di residenza dal richiedente e poi il Comune stesso, verificati i requisiti per accedere ai benefici, inoltra le domande all'INPS mediante il collegamento al sito internet www.inps.it e ad appositi link di riferimento per i quali sono necessarie user e password identificative del Comune. Tramite tali funzioni di interscambio con l'Istituto di Previdenza, il Comune può costantemente verificare anche lo stato della domanda e l'avvenuto pagamento degli assegni.

Il Comune di Pietracamela svolge poi in convezione con il Comune di Teramo il servizio di Adozioni nazionali ed internazionali. Il Comune di Teramo (sede di equipe) si impegna a fornire al Comune di Pietracamela il servizio dell'equipe territoriale integrata, in esecuzione della normativa vigente in materia e di quanto disposto dalla Deliberazione del Consiglio della Regione Abruzzo n. 44/12 del 03.08.2001 e dal Protocollo operativo e metodologico per gli interventi di servizio sociale e psicologia per gli adempimenti relativi alle procedure di adozione internazionale e nazionale, approvato con Deliberazione della Giunta Regionale d'Abruzzo n. 1672 del 14.01.2001.

CONTATTI  Tel. 0861/955112  Fax 0861/955214


PERSONALE Dott. Luca Galeotti - Responsabile di Area

ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO Martedì - Dalle ore 10:00 alle ore 11:00
Giovedì - Dalle ore 10:00 alle ore 11:00



Leggi notizie  Leggi le notizie relative all'Area Finanziaria